ABBIAMO DIMENTICATO

ABBIAMO DIMENTICATO

Abbiamo dimenticato l’amore,
l’abbiamo trascurato
come un cucciolo in un canile,
abbandonato a se stesso
se n’è andato lontano
senza segnare la via del ritorno.

AbbracciateVi in fretta
perché il treno del desìo
non svolta mai indietro,
si asciugano i corpi
tracciati dalle rotaie del tempo.

Izabella Teresa Kostka

2019 “Pensieri raccolti”

Diritti riservati

CILIEGI D’INVERNO

CILIEGI D’INVERNO

Si vergognano i ciliegi
della nudità d’inverno,
rimpiangono i fiori,
spogli relitti della bellezza
caduta a terra con le raffiche di vento.

Affamati di sole
graffiano le nuvole
per togliere il sipario dalla speranza,
attendono il ritorno del fresco fogliame
come me
quell’ultima carezza.

Izabella Teresa Kostka

Semplicemente “Pensieri raccolti” 2018 / 2019

PENSANDO AL NATALE / MYŚLĄC O BOŻYM NARODZENIU

PENSANDO AL NATALE

A cosa servono
i sensi di colpa?

Buttiamoli come spine d’un pino
seccato in fretta dopo il breve Natale,
nessuno si fa l’esame di coscienza,
è interessato soltanto ad apparire.

Spegniamo i sogni – luminarie artificiali
gettate in cantina per un anno intero
che passerà veloce, senza cambiare nulla.

Cantano i giullari vestiti a festa,
le loro urla
stordiscono le anime.


MYŚLĄC O BOŻYM NARODZENIU

Do czego służą wyrzuty sumienia?

Wyrzucamy je jak igiełki sosny
uschniętej natychmiast po krótkiej Gwiazdce,
nikt nie robi rachunku sumienia,
bo interesuje się tylko tym, by zabłysnąć.

Gasimy marzenia – sztuczne światełka
porzucone w piwnicy na dwanaście miesięcy,
które szybko przeminą niczego nie zmieniając.

Śpiewają błazny wystrojone na Święta,
ich krzyki
ogłuszają duszę.

Izabella Teresa Kostka

04.12.2018, diritti riservati

Foto: Galleria Vittorio Emanuele a Milano, 2018.

MERCE SCADUTA

MERCE SCADUTA

Si sgretola il mio mondo,
perde i pezzi,
difettosi bulloni di un macchinario
rimangono indietro nel tempo.

Sono merce scaduta
troppo sfruttata per ogni saldo,
mi arrampico sui vetri
come un ragno
e scivolo indifesa nel vuoto.

Mi prende in giro il destino,
si diverte all’impazzata
mentre io
tento di salvare le briciole
d’una vita frantumata.

Izabella Teresa Kostka

Estemporanee 2018

Diritti riservati

AUTUNNO IN POESIA: DUE INEDITI

APPESA

Vivo appesa
tra le pagine di un calendario
senza una stabilita meta.

Il mio domani non avrà radici
perché non ho una fissa dimora.

Sono un aeroplano
dirottato dal malvagio destino
che deride ogni rimpianto,

l’imbarco parte da zero
e atterro su un suolo sbagliato.

Ho perso tutto il bagaglio
sulla rampa della perduta speranza.

NOVEMBRE

Quella solitaria nenia
di troppa assenza,
accogliente dimora
di solita malinconia.

Autunno mi denuda
lasciandomi fragile
come una brocca
di mortale vetro.

Vorrei vestirmi di Te
ad ogni risveglio del gelido novembre.

Izabella Teresa Kostka 2018

Tutti i diritti riservati

#realismoterminale

#poesia

#riflessioni

Foto by SF. Autunno a Milano

W PARU SŁOWACH / IN POCHE PAROLE

Smutki mieszkają w studni tego świata,
ranią nasze dusze jak rozbite muszle,
zaspakajamy pragnienie zatrwożoną wodą
i nie potrafimy, za życia, nasycić się szczęściem.

*

Le malinconie alloggiano nel pozzo di questo Mondo,
feriscono le nostre anime come fracassate conchiglie,
saziamo la sete con impaurita acqua
e non sappiamo, da vivi,
sfamarci di gioia.

#izabellateresakostka2018
#inpocheparole
#wparusłowach

Foto@izabellateresakostka, diritti riservati

ABOUT ME: RIFLESSIONI 

Per la prima volta sono salita su un palcoscenico avendo appena 5 anni. Ne sono rimasta affascinata come una vera leonessa (oppure leoncina  😉 ) e… ci sono rimasta. La mia vita sale e scende continuamente come un attore su e giù dal palco. Ho assaporato le emozioni intense durante la mia carriera pianistica (numerosi concerti in Polonia, Germania e Italia), mi sono divertita svolgendo un’attività di modella per quasi 10 anni, ho respirato l’amore del pubblico e ho conosciuto la tensione della “prima” come presentatrice di eventi culturali  (in Polonia anche alcuni televisivi). Ora tutta la mia passione viene dedicata al programma creato spontaneamente qui, su questa terra straniera del Bel Paese che amo profondamente come la seconda Patria, al mio amato “Verseggiando sotto gli astri di… ” che domani festeggerà il suo 2° Anniversario sulle fiabesche sponde del Lago di Como. Sto invecchiando serenamente perché quel forte fascino e “abbraccio” del palcoscenico porto ovunque con me. Ovunque io vada e comunque vada sono fedele alla mia grande passione:  ARTE e CULTURA in ogni forma e sfumatura. Il mio cuore si accende e spegne al ritmo delle luci della ribalta e sussurra timidamente:  Ti venero, Musa. Domani ci vedremo a Como e io ne sono già emozionatissima. Al mio fianco avrò una cara amica e collega Lina Luraschi che condivide con me questa grande passione. Domani Vi porteremo lontano, oltre i confini del tempo per assaporare insieme la MAGIA DELL’ARTE.

Commossa…Vi aspetto al Lago
Izabella 

12 ottobre 2017

LA FIN N’EXISTE PAS – LA FINE NON ESISTE

LA FIN N’EXISTE PAS

La fin n’existe pas,
change seulement l’espace,
Il y a l’île de nos rêves,
la terre promise de l’éternité.

Ne me quitte pas
a la fin de notre temps,
tu seras mon paradis
jusqu’au Jour de la Résurrection.

*

LA FINE NON ESISTE

La fine non esiste,
muta soltanto lo spazio,
c’è l’isola dei nostri sogni,
la terra promessa dell’Eternità.

Non abbandonarmi
alla fine del nostro tempo,
sarai il mio Paradiso
fino al giorno della Risurrezione.

Izabella Teresa Kostka
tratto da “Entre toi et moi ”
I.T.K Edizioni
2015@copyright

image