AUTUNNO IN POESIA: DUE INEDITI

APPESA

Vivo appesa
tra le pagine di un calendario
senza una stabilita meta.

Il mio domani non avrà radici
perché non ho una fissa dimora.

Sono un aeroplano
dirottato dal malvagio destino
che deride ogni rimpianto,

l’imbarco parte da zero
e atterro su un suolo sbagliato.

Ho perso tutto il bagaglio
sulla rampa della perduta speranza.

NOVEMBRE

Quella solitaria nenia
di troppa assenza,
accogliente dimora
di solita malinconia.

Autunno mi denuda
lasciandomi fragile
come una brocca
di mortale vetro.

Vorrei vestirmi di Te
ad ogni risveglio del gelido novembre.

Izabella Teresa Kostka 2018

Tutti i diritti riservati

#realismoterminale

#poesia

#riflessioni

Foto by SF. Autunno a Milano

One thought on “AUTUNNO IN POESIA: DUE INEDITI

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s