CREDO 2°

CREDO 2°

Tra i miei versi non “planano i gabbiani”
né sorge l’aurora dalle onde del mare,
non si abbracciano gli amanti uniti dagli spasmi
tra i respiri affannati d’un caldo approccio.

No,
non cercate qui l’alba
– sdolcinata regina di ogni speranza,
il candido seno non vi offre la calma,
è sconvolto piuttosto dai singhiozzi del pianto.

Io grido e graffio,
non nascondo gli artigli,
esprimo spavalda ogni dolore,
racconto il Male, le ingiustizie,
condanno le guerre che portano Morte.

Dono la voce agli sdentati barboni
deperiti al buio sotto un ponte,
dipingo col sangue le urla delle donne
uccise di giorno in nome dell’amore.

Non ho paura del Vostro rifiuto,
non temo neanche l’aspro disprezzo,
sono la voce della coscienza
rifiutata dal Mondo e dall’apparenza.

Lapidatemi pure con le parole,
con le critiche sterili e prive di cuore,
percorrerò orgogliosa il mio sentiero
creando il diario del terrestre terrore.

No,
non avrete mai il mio odio,
soltanto la triste, profonda compassione.

Izabella Teresa Kostka
“Decalogo” 2016
Diritti riservati

4 thoughts on “CREDO 2°

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s