Il 3° PREMIO AL CONCORSO LETTERARIO INTERNAZIONALE ANNAEUS SENECA A BARI, ED.2018

Condivido con Voi questa splendida notizia: la mia silloge inedita “Pillole” ha vinto il 3° Premio al II Premio Letterario Internazionale Annaeus Seneca a Bari (su oltre 1250 partecipanti) ♡♡ con la Giuria di altissimo rilievo culturale e letterario (Università Aldo Moro di Bari, Professori e Critici letterari, personalità e registi di teatro, poeti, giornalisti). Ringrazio con grande umiltà tutta la prestigiosa Giuria, gli Organizzatori del concorso Maria Teresa Infante e Massimo Massa per l’attenzione dedicata ai miei versi, ringrazio la poetessa Tina Ferreri per la disponibilità e l’affetto dimostratimi ritirando, a causa della mia assenza, il prezioso riconoscimento. Sono veramente Emozioni ♡

La poetessa Tina Ferreri ritira il mio premio alla cerimonia di premiazione del 28 aprile 2018 a Bari.

NUOVI ORIZZONTI POETICI – REALISMO TERMINALE OMAGGIO ROVESCIATO A PETRARCA

Uno splendido pomeriggio pregno di profonde emozioni artistiche durante la 2° puntata del nostro ciclo “NUOVI ORIZZONTI POETICI”, organizzata sotto l’egida del “Verseggiando sotto gli astri di Milano” e intitolata “REALISMO TERMINALE OMAGGIO (ROVESCIATO) A PETRARCA” tenutasi il 20 aprile 2018 presso la Chiesetta dell’Assunta Cascina Linterno a Milano. Ospiti straordinari e protagonisti dell’incontro: il M° GUIDO OLDANI (padre del Realismo Terminale, poeta) E IL PROF. GIUSEPPE LANGELLA (critico letterario, poeta). Intermezzi musicali a cura di Paolo Provasi (Poeticanti), letture di poesie di Francesco Petrarca: Domitilla Colombo (attrice). Con la partecipazione di numerosi autori contemporanei selezionati dal bando e appartenenti al Realismo Terminale. Responsabili programma: organizzatrici e presentatrici Izabella Teresa Kostka e Lina Luraschi in collaborazione con l’associazione Amici Cascina Linterno a Milano Gianni Bianchi e Giuseppe Leccardi.

Foto: Umberto Barbera e Luciano Di Sisto

CASSAFORTE

CASSAFORTE

Le parole sono chiodi fissi
conficcati nel cervello:
gentili
come cerotti che alleviano il dolore,
fastidiose
come sassolini infilati in una scarpa.

Ritagliano come una sega ogni ricordo
scheggiando la materia della memoria.

Disse Petrarca:
“…Vana è la gloria di chi cerca la fama solo nel luccicare delle parole”(cit.)

La vera arte
non segue lo splendore dei fari,
è come una cassaforte
indistruttibile dagli inganni.

Izabella Teresa Kostka
per “REALISMO TERMINALE OMAGGIO (ROVESCIATO) A PETRARCA” del 20. 04.2018

Tutti i diritti riservati all’autrice

Foto: Umberto Barbera

Guarda “OMAGGIO ROVESCIATO A PETRARCA” – IZABELLA TERESA KOSTKA INIZIO PROGRAMMA, 20 aprile 2018, Milano” su YouTube

Con il M° Guido Oldani e il Prof. Giuseppe Langella durante la 2° puntata del ciclo NUOVI ORIZZONTI POETICI organizzati sotto l’egida del Verseggiando sotto gli astri di Milano e intitolata “REALISMO TERMINALE OMAGGIO (ROVESCIATO) A PETRARCA” presso la Chiesetta dell’Assunta Cascina Linterno a Milano. 20 aprile 2018.

ATTRAVERSERÒ

ATTRAVERSERÒ

Attraverserò
la nostalgia dei prati d’inverno
abbandonati dal grano e dai fiordalisi,
le lunghe catene montuose
sporgenti tra le rocce dei vecchi ricordi.

A piedi scalzi
loderò il senso della neve,
quel candido manto di freddo silenzio
che avvolge le eteree anime viaggianti
verso l’accogliente, nativa dimora.

Si appannano i finestrini
all’incontro del gelo con un caldo respiro,
piangeranno di gioia le mie pupille
mentre le labbra materne mi sfioriranno le tempie.

Attraverserò per te ogni abisso
finché il cuore batterà.

Izabella Teresa Kostka

Tratto dalla silloge “Dal Baltico al Mediterraneo” 2016

Dedicata alla mia amata madre Nina

Diritti riservati

Presso il Teatro Salone Enrico Musa dell’associazione Carducci a Como, 7 aprile 2018.

TRA I FINALISTI DEL CONCORSO “NUOVI SCRITTORI ERMETICI” 2018

Un mio brano “Il potere” tra i 10 finalisti su 346 partecipanti al concorso “Nuovi scrittori ermetici ” 2018. La presentazione dell’antologia del concorso alla Fiera dell’editoria a Torino.

IL POTERE

Crespa è la mia voce
ferma sulla piega della lingua
affilata dalla ragione

s’annoda tra le ragnatele di ieri
scomposte ad ogni distacco
delle labbra dal seno

e mi inchino
davanti al potere della perdizione.

L’antologia presentata al Salone Internazionale del libro a TORINO.