PHOTOBOOK

Il mio ritratto dipinto da Anna Nawrocka, pittrice di origine polacca residente in Calabria.

Foto originale

Ritratto

Advertisements

I.T. KOSTKA: BIOGRAFIA AGGIORNAMENTO 2018

NOTA BIOGRAFICA

Izabella Teresa Kostka è nata a Poznań (Polonia) ed è laureata con lode in pianoforte di cui è insegnante. Dall’anno 2001 vive e lavora a Milano, è appassionata di teatro, scrittura, fotografia e arte, è giornalista freelance per WordPress, organizzatrice e presentatrice di eventi culturali, ideatrice e coordinatrice generale del programma ciclico itinerante “Verseggiando sotto gli astri di Milano”. Negli ultimi tempi ha ricevuto numerosi importanti riconoscimenti e premi nazionali e internazionali, tra cui ricordiamo il Premio Speciale della Giuria al XXVIII Concorso Letterario “La Mole” (Torino 2015), il 1° Premio al Concorso Internazionale “Inchiostro e Anima” dedicato a Mariannina Coffa (Noto, Sicilia 2015), il 3° Premio al Concorso Letterario “Poetiche Ispirazioni” (Viganò, Lecco 2016), il 2° Premio al Concorso Letterario “Il sogno nel cassetto” (Lodi 2016), le Menzioni d’Onore al Concorso “Terra di Virgilio” (Mantova 2016), “Ponte Vecchio” (Firenze 2016), “Memorial Miriam Sermoneta” (Roma 2016), “Inchiostro e Anima” (Noto 2016), il 1° Posto al Concorso Nazionale di Poesia Edita Leandro Polverini per il libro “Gli Espulsi dall’Eden (Roma 2016, poesia allegorica), tra i finalisti del Concorso Gioachino Belli (Roma 2016), il 2° Premio al Concorso Internazionale “La voce dei Poeti” Verbumlandiart (Lecce 2016), il 5° Premio al Concorso “Le pelle non dimentica” contro la violenza sulle donne (Ancona 2016), la Targa di Merito del Centro di Ricerca e Formazione Scientifica Cerifos di Milano conferito in occasione del 10° Anniversario del Centro e del 1° Anniversario del programma “Verseggiando sotto gli astri…”, il Premio della Fondazione Daga “Artista 2017” per la poesia e per la diffusione della cultura e dell’arte (Cagliari 2017), il Premio Speciale per la “Migliore Autrice Straniera” al 23° Concorso “Ossi di seppia” (Arma di Taggia, Imperia 2017), tra i finalisti del Concorso Proust en Italie – Il Giardino di Babuk organizzato da La Recherche (Roma, 2017), il 1° Premio al Concorso di Poesia edita Leandro Polverini per il libro “Le schegge” (poesia espressionista, Roma 2017), Il Premio Della Critica al Concorso Internazionale Letterario Seneca per la silloge “Ka_r_masutra” e, per la stessa silloge, la Menzione d’onore al Concorso Internazionale “I colori dell’anima” Mondo Fluttuante (Sanremo, 2017), il 2° Premio al Concorso di Poesia “La nascita” (Caltagirone, 2017), il 4° Premio al Concorso Letterario “Ponte Vecchio” (Firenze, 2017), la Menzione d’Onore per il libro “Peccati” al Concorso Internazionale di Letteratura “Club della poesia” (Cosenza, 2017), il Premio Internazionale Writers Capital International Foundation per la poesia e l’attività culturale svolta (2017, registrato presso O.N.U). Ha partecipato a numerose mostre di arti visive e fotografia presso Circuiti Dinamici di Milano: “I luoghi del silenzio” e “La Città Silente” (2016), “Contro la violenza sulle donne: Coscienza negata” (2017); ha partecipato all’evento “Io non ho paura” contro la violenza sulla donne organizzato nell’ambito del ciclo “Europa è per le donne” presso il Parlamento Europeo a Milano (2016), al Festival Alda Merini presso Spazio Alda Merini (Milano, 2017) e al Festival di Arte contemporanea “Avalon in arte” (Salerno, 2017). Ha pubblicato nove raccolte poetiche (“Granelli di sabbia” 2014, “Gli scatti” 2014, “Caleidoscopio” 2015, “A spasso con la Chimera” 2015, “Incompiuto” 2015, “Peccati” 2015, “Gli espulsi dall’Eden” 2016, “Le schegge” 2017, “Si dissolvono le orme su qualsiasi terra – Rozmywają się ślady na każdej ziemi” versione bilingue 2017), ebooks vari, le sue liriche compaiono su varie antologie ( tra cui “Alda nel cuore”, “Nel nome di Alda”, “Repertorio di arte e poesia” e “Parole d’Amore” Ursini Edizioni, “Novecento – non più. Verso il realismo terminale” con l’introduzione di Guido Oldani per La Vita Felice Edizioni, “L’Amore al tempo dell’integrazione” PoetiKanten Edizioni, “L’antologia proustiana de La Recherche” 2016 e 2017, “Poeti di ieri e di oggi. Storia contemporanea in versi, Antologia di poesia civile” Agemina Edizioni, “Il segreto delle fragole” LietoColle), su numerosi siti culturali e su riviste letterarie (La Recherche, Euterpe, Bibbia d’asfalto, blog “Poetry Dream” di Antonio Spagnuolo, La presenza di Èrato, Letteratura al femminile, Partecipiamo.it, Words Social Forum, Liburni Arte e Cultura). Curatrice di diverse antologie benefiche tra cui “Mai più” – per il Giorno della Memoria, “Oltre il male” – dedicata ai malati terminali, ai sopravvissuti e agli scomparsi precocemente (presentata nell’ambito della rassegna internazionale letteraria BookCity di Milano), insieme al critico letterario Lorenzo Spurio del volume “Non uccidere. Caino e Abele dei nostri giorni ” contro ogni violenza e discriminazione, “Le maree della vita” (insieme alla poetessa Lina Luraschi). Impegnata nel sociale con numerose pubblicazioni di cui il ricavato è devoluto in beneficenza. Socia dell’Associazione Artistica Culturale Autori e Amici di Marzia Carocci. Dall’anno 2017 corrispondente ufficiale per la sezione Arte e Cultura dell’internazionale portale giornalistico “Polacchi in Italia”, fondatrice e capo – redattrice del sito culturale “VERSO – spazio letterario indipendente”, ideatrice e co – fondatrice del Gruppo per la diffusione della cultura e dell’arte “Valchiria”. Ha partecipato a numerose trasmissioni radiofoniche e ai programmi culturali televisivi tra cui “Angoli” dell’emittente Espansione Tv a Como. Dall’anno 2017, grazie alla collaborazione con il Maestro Guido Oldani e il Prof. Giuseppe Langella, dedica molte iniziative culturali alla propagazione della corrente artistica del Realismo Terminale.

● Sito web personale: https://izabellateresakostkapoesie.wordpress.com/

● Profilo professionale LinkedIn:
https://www.linkedin.com/in/izabella-teresa-kostka-09485ab7

● Sito web del “Verseggiando sotto gli astri di Milano”: https://verseggiandosottogliastridimilano.wordpress.com/

● Pagina su “La Recherche”:
http://www.larecherche.it/autore.asp?Utente=izabel&Nominativo=Izabella%20Teresa%20Kostka

● Sito “VERSO – spazio letterario indipendente”:
https://versospazioletterarioindipendente.wordpress.com/

EGLI (dittico)

EGLI

I

Dell’amico immaginario
son rimaste le tracce
tra gli scatoloni impolverati
della mia cantina,
segni delle unghie
su scrostati muri
– stabili guardiani
d’una segreta infanzia.

Laggiù, nascevano le paure
dense e intense come un rosolio,
quelle slabbrate e accecate,
scucite come una pigotta.

Ci sono notti
in cui EGLI ritorna,
affetta il silenzio con una sarcastica risata,
desta i pipistrelli nella mia mente
offuscata, coperta di troppe ragnatele,
afferra il mio corpo portandolo lontano,
aggrappato come una pulce
al suo mantello.

E divento una bambola
tra le sue mani,
un riciclato giocattolo
fino all’alba.

II

Ha detto di conoscermi bene
dall’epoca delle mele verdi
quando orgogliosa mostravo
uno sdentato sorriso
– quel simbolo di passata “lattea” infanzia.

Sapeva tutto di me:
ogni traiettoria di deviata festa,
baci proibiti, perverse carezze,
fumate sigarette, frantumati bicchieri,
amanti sbagliati gettati come stracci.

Mi sentivo accolta
come in un cesto di paglia
sulle sue ginocchia larghe e calde,
sfogliava i pensieri come un libro
di cui ero l’unica protagonista.

Speravo di ritornare bambina
mentre apriva una scatola di caramelle
somiglianti ai fasulli,
adulti piaceri.

Mi son alzata
con un fragore di sveglia
stringendo tra le mani
un sacchetto di confetti.

Ed EGLI non c’era…

Izabella Teresa Kostka
2018 tutti i diritti riservati all’autrice

Foto dal web Pixabay

NIENTE SARÀ PIÙ COME PRIMA

NIENTE SARÀ PIÙ COME PRIMA

Che ne sarà di me
quando finirà la sabbia nella clessidra?

Gocciola il tempo tra le dita
infreddolite dall’inverno,
si gela in questa stanza
riempita di troppe assenze.

Dimmi,
poserai una margherita ove
lascerò le tracce?

Sono in partenza
come all’epoca degli alberi spogli
quando nulla fu ancora scritto.

Porterò le scarpe rotte
perché conoscono le mie ferite,
ricordano le cadute.

Dimmi,
accenderai un cero
per indicarmi la strada?

Ho perso le conquiste
come un acero le foglie,
niente sarà più come prima
e tutto diventerà nudo.

Ricordati di
lasciare una finestra socchiusa,
se avessi voglia di tornare
per un ultimo abbraccio.

Izabella Teresa Kostka
2018 “Perturbazioni”
Diritti riservati

INTERVISTA A TANIA SCAVOLINI a cura di IZABELLA TERESA KOSTKA su VERSO

È appena uscita una mia recente intervista a TANIA SCAVOLINI: artista a 360°. Per leggere l’articolo completo seguite il link allegato:

https://versospazioletterarioindipendente.wordpress.com/2018/02/19/inrervista-a-tania-scavolini-a-cura-di-izabella-teresa-kostka/?preview=true