Tags

, , , ,

DIPINTO: PIETRO DI LEVA

​ABBANDONATA

Ho varcato le solitudini scarnando il dolore
inseminato tra le membra dall’aspro passato,
ho tirato una pietra contro lo specchio 
– il guardiano spietato del mio terrore. 

Ho pianto,
adombrata da spettri notturni
stordita dai bisbigli del mio subconscio, 
nello spazio del nulla cercavo il calore
annientando le voglie con un lenzuolo.

(E tu, dov’eri?)

Ho gettato nel cesso i detriti d’amore
spingendo nel gelo le membra di fuoco,
una salma vivente priva di cuore
stravolta, avvolta nell’abbandono. 

(E tu sorridevi…)

Ero morta, 
risorta, 
rinata distorta,
una donna capovolta 
dal lamento sepolta,
risorta dal limbo di disperazione,
la Chimera ribelle di rassegnazione.

Ho aperto gli occhi accecati dal buio
assorbendo la luce d’un atteso domani.

(E tu, non c’eri)

Izabella Teresa Kostka
Tratto dal libro “Gli espulsi dall’Eden” capitolo “Confidenze” CTL Editore 2017

Tutti i diritti riservati

Advertisements