Tags

, , , ,

LETTERA A DIO

Non ha spiegazione il dolore di questa Terra
flagellata dagli spari, dalla prepotenza,
stordita dalle grida degli innocenti
partoriti dai grembi di qualsiasi colore.

Non conosce alcun Dio l’ultima preghiera 
smorzata sulle labbra deperite da stenti,
sussurrata tra gli scoppi di estranee bombe
deflagrate tra follia in nome della fede.

Ovunque le lande si tingono di rosso 
vangate dal pianto ricco di sale,
sprofondano nei gemiti i cuori delle donne
avvinghiate sulle salme dei defunti cari.

Perché, Signore, tutto quell’odio
che annienta la voce di misericordia,
oscura le menti dei semplici mortali
distruggendo il Bene e la compassione?!

Taci avvolto nell’eterno silenzio
sconsacrato dal terrore dei nostri tempi,
allibito dalle guerre pregne di sangue,
senza vincitori e senza più fine.

Attendo la tua risposta 
circondata dalle orde dell’Apocalisse.

Izabella Teresa Kostka
tratto dall’antologia “Storia contemporanea in versi. Antologia di poesia civile. Poeti di ieri e di oggi” Agemina Edizioni 2017

Tutti i diritti riservati

Advertisements