BIOGRAFIA 2017

NOTA BIOGRAFICA 

Izabella Teresa Kostka è nata a Poznań (Polonia) ed è laureata con lode in pianoforte di cui è insegnante. Izabella vive e lavora a Milano, è appassionata di teatro, scrittura, fotografia e arte, è giornalista freelance per WordPress e sul blog culturale “Partecipiamo.it”, corrispondente della sezione arte e cultura sull’internazionale portale giornalistico “Polacchi in Italia”, organizzatrice e presentatrice di eventi culturali come “Verseggiando sotto gli astri di Milano” presso il Centro di Ricerca e Formazione Scientifica Cerifos di Milano. Negli ultimi tempi ha ricevuto numerosi importanti riconoscimenti e premi nazionali e internazionali, tra cui ricordiamo il Premio Speciale della Giuria al XXVIII Concorso Letterario “La Mole” (Torino 2015), il 1° Premio al Concorso Internazionale “Inchiostro e Anima” dedicato a Mariannina Coffa  (Noto, Sicilia 2015), il 3° Premio al Concorso Letterario  “Poetiche Ispirazioni” (Viganò, Lecco 2016), il 2° Premio al Concorso Letterario “Il sogno nel cassetto” (Lodi 2016), le Menzioni d’Onore al Concorso “Terra di Virgilio” (Mantova 2016), “Ponte Vecchio” (Firenze 2016), “Memorial Miriam Sermoneta” (Roma 2016), “Inchiostro e Anima” (Noto 2016), il 1° Posto al Concorso Nazionale di Poesia Edita Leandro Polverini per il libro “Gli Espulsi dall’Eden (Roma 2016, poesia allegorica), tra i finalisti del Concorso Gioachino Belli (Roma 2016), il 2° Premio al Concorso Internazionale “La voce dei Poeti” Verbumlandiart (Lecce 2016), il 5° Premio al Concorso “Le pelle non dimentica” contro la violenza sulle donne (Ancona 2016), la Targa di Merito del Centro di Ricerca e Formazione Scientifica Cerifos di Milano conferito in occasione del 10° Anniversario del Centro e del 1° Anniversario del programma “Verseggiando sotto gli astri…”, il Premio della Fondazione Daga “Artista 2017. Promotrice di arte e letteratura” per la poesia e per la diffusione della cultura (Cagliari 2017), il Premio Speciale come  “Migliore Autrice Straniera” al 23° Concorso “Ossi di seppia” (Arma di Taggia, Imperia 2017), il Premio Speciale della Critica al Concorso Letterario Internazionale Seneca per la silloge inedita “Ka_r_masutra” (Bari 2017), la Menzione d’Onore al Concorso Letterario Internazionale “Club della poesia” sezione Libro Edito di poesia per la raccolta “Peccati” (Cosenza 2017), il Diploma con la Medaglia al 3° Concorso Proust en Italie – Il Giardino di Babuk organizzato da La Recherche (Roma 2017). Ha partecipato a numerose mostre di arti visive e fotografia presso Circuiti Dinamici di Milano: “I luoghi del silenzio” e “La Città Silente” (2016), “Contro la violenza sulle donne: Coscienza negata” (2017), ha pubblicato alcuni scatti fotografici sull’antologia “16° Incontro di Autori e Amici di Marzia Carocci” (2016).  Ha pubblicato otto raccolte poetiche (“Granelli di sabbia” 2014,  “Gli scatti” 2014,  “Caleidoscopio” 2015,  “A spasso con la Chimera” 2015,  “Incompiuto” 2015, “Peccati” 2015, “Gli espulsi dall’Eden” 2016, “Le schegge” 2017), ebooks vari,  le sue liriche compaiono su varie antologie ( tra cui “Alda nel cuore”, “Nel nome di Alda”, “Repertorio di arte e poesia” e “Parole d’Amore” Ursini Edizioni, “Novecento – non più. Verso il realismo terminale” con l’introduzione di Guido Oldani per La Vita Felice Edizioni, ‘L’Amore al tempo dell’integrazione” PoetiKanten Edizioni, “Treni – l’antologia proustiana” La Recherche, “Storia contemporanea in versi. Antologia di poesia civile. Poeti di ieri e di oggi” Agemina Edizioni), su numerosi siti culturali e su riviste letterarie (La Recherche, Euterpe, Bibbia d’asfalto, blog  “Poetry Dream” di Antonio Spagnuolo, Liburni Arte e Cultura, Il Caffè – mensile di Arte, Costume e Storia). Ha partecipato all’evento “Senza Paura” organizzato nell’ambito del ciclo “Europa è per le donne” in collaborazione con il Parlamento Europeo a Milano e la Casa della Poesia di Monza e, di recente, al 1° Festival Alda Merini presso il Museo Spazio Casa Merini a Milano. Curatrice di diverse antologie tematiche tra cui “Mai più” – per il Giorno della Memoria e “Oltre il male” – dedicata ai malati terminali, ai sopravvissuti e agli scomparsi precocemente  (presentata nell’ambito della rassegna internazionale letteraria BookCity di Milano), di recente, insieme al critico letterario Lorenzo Spurio co-curatrice dell’antologia “Non uccidere. Caino e Abele dei nostri giorni ” contro ogni violenza e discriminazione.  Impegnata nel sociale con numerose pubblicazioni di cui il ricavato è devoluto in beneficenza. Socia dell’Associazione Artistica Culturale Autori e Amici di Marzia Carocci, ideatrice e co-fondatrice del Gruppo per la diffusione della cultura e dell’arte “Valchiria”, fondatrice e redattrice del blog culturale “Verso – Spazio Letterario Indipendente”.

● Sito web personale:

 https://izabellateresakostkapoesie.wordpress.com/

● Profilo professionale su LinkedIn:  

https://www.linkedin.com/in/izabella-teresa-kostka-09485ab7

● Sito web del “Verseggiando sotto gli astri di Milano”:  https://verseggiandosottogliastridimilano.wordpress.com/

LO STUPRO 

LO STUPRO (acrostico)

L a mia pelle lacerata
O ndeggia nel male,
S pezzato il grembo
T ra gli artigli del diavolo.
U bbidiente dal terrore
P erdo ogni fede.

R accolgo il mio corpo
O scillando nell’ U R L O.

Izabella Teresa Kostka
Frammento della silloge “Il rosario del male ” tratto dal libro “A spasso con la Chimera ”
Irda Edizioni 2015

9″TRITTICO POLACCO” PREMIATO CON IL DIPLOMA E LA MEDAGLIA AL 3° CONCORSO LETTERARIO PROUST EN ITALIE  – IL GIARDINO DI BABUK ORGANIZZATO DA LA RECHERCHE, ROMA 2017

Il Diploma e la Medaglia al 3° Concorso Letterario Proust en Italie – il Giardino di Babuk organizzato da La Recherche, Roma 2017! Non ci credo quasi, mi sono classificata nei primi 10° sui 30 finalisti sezione poesia (oltre 700 partecipanti al concorso). L’opera apprezzata: Trittico polacco. Ringrazio di cuore la prestigiosa Giuria e la poetessa Luigia Di Sabatino per aver ritirato per me il riconoscimento. Non vedo l’ora di averlo tra le braccia!!

Ecco il brano apprezzato:  

TRITTICO POLACCO 

FANCIULLA  (Polonia,1971 – 1981)

Sono nata nel giorno di San Lorenzo 
quando il vento dell’Est
spazzava via le vergini nubi
della tarda estate a venire.

C’erano i fumi dei lacrimogeni
tra le strade dell’antica città di Danzica, 
suonavano le sirene del cantiere navale 
spalancando le porte alla libertà perduta.

Nessuno contava le stelle
che sfioravano le onde annegando nella baia,
soltanto i volti degli operai
si riflettevano nell’acciaio dei carri armati. 

Sono nata stringendo i pugni
come se avessi conosciuto il mio karma,
quello strano trapasso tra i mondi diversi 
uniti dalla migrazione dei vari popoli.

Solidarietà e Fratellanza,
l’illusione  eterna dell’uguaglianza. 

Sono nata all’epoca dei muri crollanti,
destinata a combattere senza alcuna tregua. 

• 13 DICEMBRE  1981  (proclamazione dello stato di guerra, legge marziale in Polonia) 

C’era una lunga nenia nelle note di Chopin
che sfuggivano dalle finestre degli edifici,
laceranti arpeggi somiglianti agli spari 
sparsi e dispersi tra i vortici dei conflitti. 

Quelle strofe incise sul pentagramma 
come corvi neri sulla bianca neve 
calpestata dai passi dei manifestanti 
soppressi dal sistema e 
dalle grida dei soldati. 

Ero una mela acerba 
mentre all’apice del lungo inverno 
maturavano le gemme della liberazione,
sbocciando sulla fredda coltre  
nel rosso scarlatto dei tristi garofani. 

E quando calava il buio 
sui viali esausti dal turbamento 
si confondevano i canti natalizi
col dolente urlo delle vecchie sirene. 

Non v’era Pace per noi
neanche nei salmi delle campane.

• ESPLOSIONE (Chernobyl, 26 aprile 1986)

Che ne sapevano i fiori della morte improvvisa 
annunciata dall’arrivo di una nube grigia,
gli ingenui boccioli vestiti a festa 
nella marcia funesta dell’incoscienza?

Volevano cantare uniti alla folla 
fiorita tra le piazze del primo maggio,
abbellire i volti delle fresche fanciulle 
posando sulle guance le loro corolle.

Per neve prendevano quella cenere
aleggiante nel riverbero delle scintille, 
ignoravano l’odore del tossico fumo
sprigionato dallo scoppio, dall’essenza del nucleo.

Profumavano di gioia negli ultimi istanti.

Che ne sapevano della vita i secchi petali
caduti tra le lacrime sulle mute tombe,
adagiati sui marmi delle fredde lapidi 
sbocciate alle porte della triste Chernobyl?

Addobbavano le orme della distruzione
scatenata nei giorni di primavera,
accoglievano le salme delle ragazze
annientate tra i raggi dell’eterno sole.

Ingiallivano storditi da un breve urlo.

Izabella Teresa Kostka, 2017, tutti i diritti riservati
Edito sull’antologia del concorso “Premio Il Giardino di Babuk – Proust en Italie” La Recherche, Roma

MITOLOGICA / MITOLOGICZNA z tłumaczeniem na język polski/con la traduzione in polacco 

MITOLOGICA 

Oh, vipere, 
serpenti scivolosi
nascosti nei sorrisi dall’aspetto elfico,
creature nutrite di sola rabbia,
di cianuro partorito nell’infame invidia.

Potete sputare il vostro veleno
sui vergini fiori nel bosco di Fauno,
nutrire le chimere con le menzogne
ripescate dal malato abisso di Ade.

Eppure
non cesserà il ballo delle Muse
– graziose ancelle del giovane Apollo,
dalla loro purezza si rialza la Fenice
e non svanirà mai nella sconcia cenere.

Continuerà il canto la piccola Calliope
calpestando le arpie al ritmo della musica.

Izabella Teresa Kostka 

“Mitologica” per “Araba Fenice”, 2017. Diritti riservati 

● 

MITOLOGICZNA

Oh żmije,
obślizgłe węże
ukryte w uśmiechach o wyglądzie elfów,
stworzenia karmione tylko złością,
cyjankiem zrodzonym z niegodziwej zawiści.

Możecie opluwać waszą trucizną
dziewicze kwiaty w lesie Fauna,
odżywiać chimery samymi kłamstwami
wyłowionymi z chorej otchłani Hadesa.

A jednak
nie zatrzymają się pląsy Muz
–  wdzięcznych służek młodego Apolla,
z ich niewinności powstanie Feniks
i nigdy nie zniknie w brudnym popiele.

Kontynuować śpiew będzie mała Kaliope
zadeptując harpie w rytm muzyki.

Izabella Teresa Kostka
“Mitologiczna” fragment z “Feniksa” 2017, prawa  zastrzeżone 

Foto dal web 

ELENCO DI TUTTI I POETI SELEZIONATI PER L’11° VERSEGGIANDO SOTTO GLI ASTRI DI MILANO “ARABA FENICE”

Per consultare l’elenco completo seguite il link allegato: 

https://verseggiandosottogliastridimilano.wordpress.com/2017/03/24/araba-fenice-ecco-la-lista-dei-poeti-selezionati-per-l11-verseggiando-sotto-gli-astri-di-milano/?preview=true