Tags

, , ,

​LE MIE SOLITUDINI

Lodo le mie solitudini che rimbombano acute
nei corridoi spogli di questo presente.
Arrossiscono intimidite dagli sguardi ottusi,
rincorrono i miraggi dei vecchi tempi.

Sono tenaci e accoglienti,
placano la voce di ogni rimpianto,
cicatrizzano di notte le aperte ferite
di ogni rancore,
di delusioni.

Venero il silenzio,
quel fischio squarciante
che regna altrove,
in ogni dove,
accoglie al buio i timidi singhiozzi
(quei sogni illusi dall’impossibile).

Zittisco i sensi,
il loro chiasso
che rode le carni sfregiate con fiamme,
oggi ammiro la purezza del vuoto,
l’unica certezza senza bugie.

Izabella Teresa Kostka
tratto dal libro “Gli espulsi dall’Eden ” capitolo “Confidenze ”
CTL Editore 2016, tutti i diritti riservati

Il libro è stato premiato al Concorso Nazionale di Poesia Edita Leandro Polverini 2016, Nettuno, Roma (1° Posto poesia allegorica).

Advertisements