Tags

, , , , ,


https://verbumlandiart.com/le-poesie-dei-poeti-di-lingua-italiana-premiati-la-sera-del-20-dicembre-a-lecce/


TI SUPPLICO, UMANO  (per la Madre Terra)               

                                                                                                                           
Ascolta il sussurro del torbido mare
che lambisce gli scogli coperti di fango,
esso evoca la misericordia
per gli esseri nascosti tra le calde onde.

Hai perso nei secoli ogni ragione
costruendo sogni di puro cemento,
nell’eterno delirio del falso progresso
sventrando la Terra con artigli d’acciaio.

Lo vedi quel vermiglio sulle gote del cielo
intimidito dal pianto dei cormorani?
Non v’è perdono per il loro lamento
fuggito all’alba dai distrutti nidi.

Piango, accucciata sull’arida spiaggia
maltrattata, abbellita soltanto da croci,
non esiste più il canto delle balene
sterminate nel sangue per i lingotti d’oro.

Ti supplico, Umano – crudele padrone,
che stronchi il respiro di questo Mondo,
non togliere ai tuoi figli l’unica speranza
di rimettere i peccati in un vergine mare.

Izabella Teresa Kostka 

2016, tutti i diritti riservati 

Advertisements