Tags

, , , ,

Quando morirai
dalle lacrime sorgeranno alberi secolari
dai rami intrecciati nell’ultimo abbraccio,
pesante sarà il loro fogliame
sulle palpebre posato come una lapide.

Non vi sarà più il tempo delle cicale
zittite dal mormorio d’un breve respiro,
bacerò avvilita un arido tronco
scarnando le labbra sulla corteccia.

Piangeranno i corvi sfrattati dai nidi
costruiti dalle dita delle nostre mani,
non avranno più ali dal dolore spezzati,
sulle piume strappate giaceranno le spoglie.

Moriranno gli occhi miei
come una rondine caduta a terra.

Izabella Teresa Kostka

2016, tutti i diritti riservati, edita

Advertisements