Tags

, ,

Queste parole sono per me molto preziose, a proposito del mio libro “Gli espulsi dall’Eden” dedicato a Giorgio Kostka:
 
“Cara Izabella, questi giorni ho avuto la possibilità di leggere il tuo libro.La prima impressione che ho avuto è stata quella di vedere di fronte a me un’anima bella, pulita che ha trascorso una vita ricca di dualismo dove il bene e il male l’hanno toccata, sfregiata, graffiata, ma mai piegata. Una persona meravigliosa della quale adesso ancor di più ho stima e felicità nell’averla conosciuta. Nessuna poesia retorica, nessuna lira con forzature licenziose, ogni idioma è collocato in modo da evidenziare il pensiero che sia più o meno sofferto..Cara Izabella, sei una grande donna, hai fatto delle tue esperienze interiori e non solo, un grande fascio di energia da condividere con il mondo. Tuo zio doveva essere un grande uomo, ricco di introspezione positiva e anima gentile. Una meraviglia i dipinti. Che dirti? Sono trent’otto anni che vivo nella critica letteraria e devo dire che non sempre vengo immediatamente coinvolta da tanta bellezza. Grazie dell’emozione.”

Sono veramente commossa, grazie  di cuore.

Advertisements