Tags

, , ,

TRA LE SPIGHE DI GRANO

Protesi, accaldati i nostri corpi 

lontani dal chiasso della metropolitana, 

scordati dal tempo tra fragranze d’un prato, 

ubriachi d’affanno nel solstizio d’estate. 

Maturi, 

succosi di lussuria

come langhe colme di vigneti. 

L’immagine perfetta della calura

esplosa nell’ardore delle nude membra,

lo sfogo all’apice della raccolta

placato soltanto dall’arrivo della pioggia. 

Noi,

amanti tardivi,

due torce ardenti tra le spighe di grano.

Izabella Teresa Kostka 

edita 2016 (Aletti Editore, AA.VV)

Tutti i diritti riservati 

Photo from web 

Advertisements