ERI MIO FIGLIO- Omaggio di parole a Francesco Malavolta per Words Social Forum 

ERI MIO FIGLIO  

Eri mio figlio.

Sul paffuto visino non portavi sorriso
sfrattato dalla smorfia di puro terrore,
le tue piccole mani sporche di fango
m’abbracciavano ferite con scheggiate unghie.

Non hai più madre,
è rimasta a terra
calpestata dalla folla di esodati,
con l’ultimo sospiro t’ha avvolto per sempre
affidandoti allo spirito dell’ingenua speranza.

Eri mio figlio,
un cucciolo umano
dalla pelle lacerata dagli spari e dal sole,
l’immagine eterna dell’innocenza
umiliata dall’odio, dal disprezzo, dalla rabbia.

Un ritratto squarciante di sofferenza,
immortalato da uno scatto
per accusare il Mondo.

Izabella Teresa Kostka 

Omaggio di parole a Francesco Malavolta
per Words Social Forum 2016, tutti i diritti riservati 

Photo by Francesco Malavolta 

https://wordsocialforum.com/2016/07/04/prospettive-omaggio-di-parole-a-francesco-malavolta/

Advertisements

LIBERTÀ- omaggio di parole a Francesco Malavolta per Words Social Forum 

LIBERTÀ 

Me la sognavo,
profumata di terra del solleone
tra i cespugli di timo e le bianche scogliere,
lontana dalle grida dei vigliacchi scafisti
erranti sulla riva come un branco di iene.

La sognavo,
sul barcone affollato di ombre,
coperto a strati di rifiuti umani,
aggrappato al buio agli scarti di vita
dissetato soltanto con agro sudore.

Incidevo sulla pelle il suo nome
usando il sangue come inchiostro.

L i b e r t à !

L’ ho trovata all’alba,
abbracciando la Morte,
naufragando sperduto tra i flutti del mare.

Izabella Teresa Kostka

Omaggio di parole a Francesco Malavolta
per Words Social Forum 2016 tutti i diritti riservati 

Photo by Francesco Malavolta
https://wordsocialforum.com/2016/07/04/prospettive-omaggio-di-parole-a-francesco-malavolta/

PREMIO AFRODITE 2016: “Ars amandi” premiata con la Menzione di Merito 

Una bella sorpresa molto gradita, la Menzione di Merito assegnata al mio brano “Ars amandi” al Concorso di Poesia Erotica “Afrodite 2016” organizzato dalla Montecovello Società Editrice. La cerimonia di premiazione si è conclusa  a Roma, nel mese di giugno,  durante il Meeting Montecovello. 

ARS AMANDI   

Vorace la tua bocca che tace,

strisciante come cobra sulle mie distese,

mi denuda da ogni ipocrisia 

scarsa di ragione,

traboccante di follia.

Sei tu il mio profeta

venerato nel tempio dell’esaltazione,

accogli queste membra stese sull’ara,  

liberate, 

spoglie d’inibizione.

Sfamati di me

appagato dai gemiti del lungo piacere.

Izabella Teresa Kostka 

2016, edita AA.VV “Premio Afrodite”

Diritti riservati 

FRAGRANZE 

FRAGRANZE 

Vago per i corridoi vuoti
ove si nascondono le nostre ombre,
abbracciate ancora e colme d’affetto,
protette nel cassetto dei brevi ricordi.

Sono svanite le brillanti risate
che spalancavano all’alba le nostre labbra,
non odo né i bisbigli né la nenia del vento
intrappolato nel canto dell’orologio.

Tutto passa,
si dissolve nel tempo,
lasciando soltanto una lieve fragranza,
il profumo dei corpi intrecciati nel buio
in un eterno grido dell’ultima passione.

Godo del silenzio
che avvolge le nostre orme
tra i campi di mughetti…

Izabella Teresa Kostka 

2016, diritti riservati 

Photo from web 

REPERTORIO DI ARTE E POESIA, URSINI EDIZIONI 2016 (Accademia dei Bronzi di Catanzaro).

​Finalmente tra le mie braccia questo magnifico volume in cui, tra poeti e pittori rigorosamente selezionati, è stata pubblicata la mia inedita “Pensieri”. Sono emozionata! Ringrazio di cuore Presidente Vincenzo Ursini e tutta la prestigiosa Accademia dei Bronzi di Catanzaro.

TRA LE SPIGHE DI GRANO 

TRA LE SPIGHE DI GRANO

Protesi, accaldati i nostri corpi 

lontani dal chiasso della metropolitana, 

scordati dal tempo tra fragranze d’un prato, 

ubriachi d’affanno nel solstizio d’estate. 

Maturi, 

succosi di lussuria

come langhe colme di vigneti. 

L’immagine perfetta della calura

esplosa nell’ardore delle nude membra,

lo sfogo all’apice della raccolta

placato soltanto dall’arrivo della pioggia. 

Noi,

amanti tardivi,

due torce ardenti tra le spighe di grano.

Izabella Teresa Kostka 

edita 2016 (Aletti Editore, AA.VV)

Tutti i diritti riservati 

Photo from web 

SENZA DI TE

SENZA DI TE

Nuda,
orfana la mia carne
spoglia del tuo respiro,
gettata nel gelo di un addio,
sepolta nella tomba colma di assenza.

Errante nel vuoto privo di tempo,
sospesa nel mentre di vana attesa,
avvinghiata nel deserto di un lenzuolo
avvolto sulle membra della fredda salma.

Uno scarto dolente,
una rimembranza,
un corpo scarnato
imprigionato in una stanza.

Izabella Teresa Kostka
tratto da “Gli espulsi dall’Eden”
CTL Centro Tipografico Livornese Editore 2016
Tutti i diritti riservati

image